News & Blog

Risorse e novità dal mondo dell'outsourcing

Outsourcing: SI o NO? Strategie per decidere

outsourcing si o no strategie per decidere

Nell’ultimo decennio, la pratica dell’ Outsourcing è diventata sempre più comune.

Molte aziende scelgono di assumere liberi professionisti o appaltatori piuttosto che i lavoratori interni, per un modo più economico di svolgere i compiti. Tuttavia, questa disposizione deve essere ben gestita per garantire un lavoro solido ed efficiente. Affinché la convenienza sia, naturalmente, anche e soprattutto a livello operativo.

Per aiutarti a determinare quali delle tue attività aziendali potrebbero o dovrebbero essere esternalizzate, e per garantire che la scelta dell’ outsourcing porti i migliori risultati per la tua impresa, vogliamo suggerirti alcune strategie.

Dai a ogni compito un punteggio

Misura ogni processo aziendale che consideri di voler esternalizzare, con una serie di domande. È fuori dalle tue competenze chiave? È qualcosa che non ti senti in grado di fare? L’ outsourcing ti farebbe risparmiare tempo significativo? È qualcosa che richiede creatività, esperienza e competenze significative, come SEO o marketing? Se la tua risposta alle domande precedenti è un clamoroso “Sì”, l’ outsourcing è la strada da percorrere.

Considera il costo rispetto al tempo speso

Quando si decide se esternalizzare il lavoro, occorrerebbe eseguire un calcolo costi rispetto al tempo. Potresti essere in grado di svolgere le attività internamente, ma quel tempo toglierà al tuo attuale personale stipendiato a tempo pieno il raggiungimento di obiettivi più specifici del core business. Se assumi un appaltatore per completare le attività, risparmierai tempo ai tuoi dipendenti stipendiati, dando loro più tempo per svolgere compiti maggiormente determinanti.

Determina quali competenze mancano nella tua impresa

Quando si decide quale reparto aziendale dovrebbe essere esternalizzato, è necessario considerare quali sono le aree dove non si ha esperienza. Molti imprenditori possono essere tentati di fare tutto da soli, al fine di mantenere il controllo e risparmiare denaro. Ma se non hai familiarità con un argomento particolare, come ad esempio la gestione della logistica, potresti effettivamente perdere solo del tempo. Senza che i tuoi sforzi diano i risultati sperati.

Decidi il margine accettabile di errore

Quando si sceglie di esternalizzare le risorse umane, è necessario tenere conto di un margine di errore più ampio del solito. Questo non significa che inevitabilmente si verificheranno molti errori, ma solo che è necessario essere preparati alla possibilità. Se non riesci a compensare un ampio margine di errore o a dedicare abbastanza tempo e denaro alla gestione di eventuali errori, potrebbe non essere una buona idea fare affidamento all’ outsourcing.

Crea solidi standard prima di esternalizzarli

Una volta che sai come appare un lavoro di qualità per una posizione o un’attività, è molto più facile esternalizzare e trovare qualcuno in grado di soddisfare tali standard. Dovresti documentare chiaramente quali sono gli elementi chiave per raggiungere tali standard, sviluppare una procedura operativa se necessario, e quindi assicurarti di chiedere ai potenziali fornitori esempi di lavoro che dimostrino il possibile raggiungimento degli obiettivi.

Scegli un fornitore outsourcing in grado di conoscerti

Nel settore outsourcing, è fondamentale trovare qualcuno che possa conoscerti davvero, condividere la tua missione e visione e che capisca esattamente cosa vuoi. Mantenendo gli stessi valori della tua cultura aziendale. Ci vuole tempo per esternalizzare ad un buon fornitore. Ma ricorda che hai bisogno di qualcuno che rimarrà, per te per avere una buona fidelizzazione dei dipendenti.

Esternalizzare attività per le quali non hai ancora un team

Il modo migliore per decidere quale lavoro esternalizzare è eseguire un calcolo dei costi-tempo. Se hai un’attività per cui non hai ancora una squadra, esternalizza il lavoro a un appaltatore. Dopo aver reclutato il tuo team, il fornitore potrà assumere il progetto a lungo termine. Inoltre, invece di legare l’ outsourcing al completamento di un progetto una tantum, imposta una sequenza temporale. Presto ti renderai conto di quali risultati si possono raggiungere con questa strategia.

Ascolta i tuoi dipendenti

I tuoi dipendenti possono aiutarti a decidere quale tipo di lavoro dovrebbe essere esternalizzato. Guarda il tuo attuale staff e pensa ai punti di forza e di debolezza delle persone nella tua squadra. Usa questi dati per mettere i tuoi dipendenti dove sono i più produttivi. Al contrario, scegli di esternalizzare il lavoro che necessita di una spinta.

Se desideri ricevere maggiori informazioni su I NOSTRI SERVIZI OUTSOURCING, non perdere altro tempo e CONTATTACI ORA.

Comments are closed

Consorzio Gruppo La Meridiana SOC. COOP. Tutti i diritti sono riservati. ©2012 - Privacy/Trattamento dei dati personali
Sterling Kreative - Web Design a Roma