News & Blog

Risorse e novità dal mondo dell'outsourcing

Come pianificare la gestione del personale?

10 regole gestione del personale

Oggi, in un momento storico di crisi e di difficoltà economico-finanziaria per gran parte dei settori del mercato, pianificare il personale diventa una questione imprescindibile e fondamentale. Ottimizzare la gestione del personale significa realizzare al meglio un piano che porti al giusto equilibrio tra la mission dell’azienda, gli obiettivi aziendali e la disponibilità di dipendenti e collaboratori.

Chi si occuperà di controllare le mail mentre la segretaria del direttore è distesa al sole? Chi intratterrà i rapporti con i sindacati mentre il responsabile delle relazioni sindacali ha un febbrone da cavallo o è in congedo matrimoniale? Cosa fare quando gli ordini, a dispetto della crisi, sono eccessivi e i propri dipendenti non sono numericamente sufficienti a coprire il carico di lavoro? Questi e molti altri quesiti possono trovare una più o meno facile risposta grazie a un’accurata pianificazione del personale.

1. Quantificare il proprio fabbisogno

La principale attività legata alla gestione delle risorse umane è sicuramente l’individuazione delle dimensioni dell’organico necessario al buon funzionamento dell’azienda. Se immaginiamo l’azienda come un organismo vivente, dobbiamo immaginare quante e quali cellule concorreranno a costruire i singoli organi in grado di mettere in moto al meglio delle proprie possibilità questa complessa macchina.

Questo processo deve necessariamente tenere conto di ogni tipo di movimento del personale (esodi, trasferimenti, possibili congedi per maternità o malattia). L’individuazione del fabbisogno del personale in termini di numeri e di caratteristiche specifiche è alla base dell’azione di Recruiting del personale.

2. Pianificare il personale: misure e strumenti

Quali misure scegliere per affrontare la complessa attività di pianificazione del personale? La tradizione dell’economia aziendale ci tramanda differenti misure, adottate a livello internazionale, che possiamo dividere in due macroaeree: le misure che prendono a riferimento la retribuzione del dipendente e le misure che fanno riferimento al numero di ore lavorate.

La più utilizzata a livello internazionale è la FTE, full-time equivalent che misura lo sforzo pianificato per svolgere un’attività abituale o per sviluppare un determinato progetto. Un FTE è l’equivalente di un dipendente che lavora a tempo pieno, cioè per le canoniche otto ore giornaliere, per un anno lavorativo (che per convenzione è quantificato in 220 giorni lavorativi). Un dipendente che svolge un part time di 4 ore al giorno, equivale a 0,5 FTE. Un progetto che necessita di nove dipendenti a tempo pieno per cinque mesi ha un fabbisogno di 9 FTE su un periodo di cinque mesi.

3. Perché è importante una buona pianificazione del personale?

Una buona gestione del personale diventa indispensabile sotto più punti di vista. Innanzitutto, creare una squadra con il giusto numero di giocatori e con una proporzionata suddivisione dei compiti e delle responsabilità può condurre facilmente alla vittoria.

Un buon processo di pianificazione e gestione delle risorse umane, infatti, non diventa solamente una forma di investimento in termini di budget, ma anche in termini di soddisfazione del dipendente, che si trova a svolgere il proprio lavoro inserito in un contesto equilibrato e armonico.

Per qualsiasi esigenza di personale, CONTATTACI SUBITO. Uno dei numerosi professionisti del Gruppo La Meridiana sarà subito a tua disposizione per offrire alla tua azienda la migliore soluzione in termini di gestione HR e molto altro!

Comments are closed

Consorzio Gruppo La Meridiana SOC. COOP. Tutti i diritti sono riservati. ©2012 - Privacy/Trattamento dei dati personali
Sterling Kreative - Web Design a Roma